Home » Corsi » Rebreather pSCR

Rebreather pSCR

 - UTRtek D.I.R.

 

 Conosciuto soprattutto con la sigla pSCR, Passive Semi Closed Rebreather, il Riciclatore Semi Chiuso Passivo è anche identificato con le sigle RMV, Riciclatore a Rapporto di Massa Ventilata e RVC, Riciclatore a Rapporto di Volume Costante.

 

Caratteristica distintiva dei pSCR è il funzionamento completamente meccanico comandato dalla respirazione del subacqueo. In estrema sintesi, ad ogni atto inspiratorio una percentuale di gas esausto viene eliminata. Il ciclo si ripete fino a quando la riduzione del volume occupato dal gas non determina il ripristino dello stesso da parte degli iniettori. Ciò avviene mediamente ogni 3 o 4 atti respiratori quando si mantiene una quota costante.

 

Il pSCR è un rebreather semplice ed intuitivo essendo il respiro del subacqueo stesso a comandare l'espulsione di parte del gas esausto ed il suo ripristino. Macchina per sua natura particolarmente robusta anche in virtù dell'assenza di qualsivoglia parte elettrica o elettronica, ha come vocazione l'impiego in grotta o in immersioni particolarmente lunghe.

 

Il pSCR è un rebreather perché ricicla una parte del gas respirato; è semi chiuso poiché non ricicla tutto il gas respirato ed è passivo dal momento che espelle ed immette gas solo in dipendenza della respirazione del subacqueo.

pSCR Level 2

pSCR Level 2 - UTRtek D.I.R.

 

Il corso pSCR Diver Level 2 permette all'allievo di prendere contatto con immersioni che prevedano l'uso del Trimix e che contemplino la decompressione; è quindi necessario che l'allievo abbia già maturato esperienza nelle immersioni con decompressione in Circuito Aperto. L'ambito d'utilizzo è il trimix normossico limitato ad una profondità di 50 metri. Sono esclusi i gas ipossici. Il corso approfondisce le conoscenze sull'uso della macchina, la sua gestione e sull'Oxyen Drop evidenziandone gli effetti sulla decompressione. Particolare attenzione sarà posta sulle differenze della decompressione utilizzando un pSCR rispetto al circuito aperto, enfatizzandone la scelta e la gestione del gas. Cenni saranno posti sulle variazioni delle prestazioni della macchina al variare dell'Efficienza Effettiva. Per la durata del corso, la parte della decompressione in ossigeno potrà essere integralmente o in parte svolta in Circuito Aperto.

Dovrà altresì essere trasmesso il concetto che l'uso del pSCR è indicato per immersioni di durata superiore a quelle normalmente conducibili in Circuito Aperto. In questo senso sono previste due immersioni della durata minima rispettivamente di 90 e 120 minuti fermo restando il limite del T-Value 100.

 

E' obbligatorio l'uso dell'UPV.

 

Rapporto maggiore o uguale a 1:10

Profondità massima 60 metri

Tt-Value 100

Fino a 3 stage decompressive

1 stage di fondo

pSCR Level 3

pSCR Level 3 - UTRtek D.I.R.

 

Il corso pSCR Diver Level 3 introduce l'allievo alle tipiche immersioni in pSCR. L'ambito d'utilizzo sono i lunghi tempi di fondo respirando miscele ipossiche, è quindi necessario che l'allievo abbia già maturato simili esperienze nelle immersioni in Circuito Aperto. Viene evidenziato come l'obbligatorio uso dll'UPV abbia lo scopo di evitare l'affaticamento e la conseguente presenza di pericolosi livelli di CO2. In tal senso verranno particolarmente curati i cambi gas, il flow check e, in generale, la gestione delle stage con l'uso della maniglia e dell'UPV. Sarà altresì posta attenzione sui Rapporti di Volume del pSCR, nonché sul variare delle prestazioni di quest'ultimo al variare dell'Efficienza Effettiva. Durante il corso si approfondisce la conoscenza della macchina, dei principi fisici che ne regolano il funzionamento, oltre a cenni sulla rappresentazione matematica degli stessi. Particolare importanza riveste la scelta e la gestione dei gas allo scopo di mantenere la PO2 entro limiti adatti a lunghe immersioni. Dovrà inoltre essere ampliato il concetto, già trasmesso durante il Level 2, che l'uso del pSCR è indicato per immersioni di durata superiore a quelle normalmente conducibili in Circuito Aperto. In questo senso sono previste due immersioni della durata minima rispettivamente di 120 e 150 minuti fermo restando il limite del T-Value 120. La parte della decompressione in ossigeno dovrà essere integralmente svolta attraverso il pSCR. Verrà evidenziato come durante tale fase decompressiva sia possibile apprezzare l'espulsione dei gas inerti dall'organismo mediante l'uso del sensore dell'Ossigeno ed eventualmente regolando la quota per mantenere un'adeguata PO2 nel rispetto del CNS programmato.

 

E' obbligatorio l'uso dell'UPV.

 

Rapporto maggiore o uguale a 1:10

Profondità massima 80 metri

Tt-Value 120

Fino a 4 stage decompressive

1 stage di fondo

 

pSCR Unlimited

pSCR Unlimited - UTRtek D.I.R.

 

Il riconoscimento pSCR Unlimited è volto a responsabilizzare l'allievo a riconoscere ed a rispettare i propri limiti e quelli della squadra. In tal senso, la certificazione non pone limitazioni alla profondità ed all'uso di miscele, limiti che, una volta terminato con successo l'apprendimento, saranno totalmente demandati all'allievo stesso. Specifamente concepito per superare i confini propri del Circuito Aperto, il corso approfondisce dettagliatamente il funzionamento del rebreather passivo, i principi fisici e la matematica ad essi sottesa. Verrà sviluppata la conoscenza degl'effetti della variazione dei Rapporti di Volume e dell'Efficienza Effettiva. Particolare attenzione sarà posta allo sviluppo delle capacità di giudizio nonché alla pianificazione d'immersioni profonde, lunghe e complesse.

 

E' obbligatorio l'uso dell'UPV.

 

Limiti durante il corso:

Rapporto maggiore o uguale a 1:10

Profondità massima 100 metri

Tt-Value 135

Fino a 5 stage decompressive

1 stage di fondo